FASE 2 : DISPOSIZIONI DAL 18/5

Aggiornamenti DPCM e Regione Lombardia sulle misure anti-Covid. Nuovo modello di autocertificazione

EMERGENZA COVID-19: CLICCA QUI PER INFO E AGGIORNAMENTI DI REGIONE LOMBARDIA

ORDINANZA REGIONALE N.255 DEL 29 MAGGIO 2020

Il Presidente di Regione Lombardia ha firmato l’Ordinanza n. 555, che integra le misure approvate dal DPCM del 17 maggio 2020. Le disposizioni riportate nell’Ordinanza di Regione Lombardia sono efficaci dal 1° giugno e hanno validità fino al 14 giugno 2020, salvo dove diversamente indicato.
L’ordinanza conferma 
l’obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, anche all’aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive.

Leggi tutti gli aggiornamenti sul sito di Regione Lombardia

---------------------------------------------

DPCM ED ORDINANZA REGIONALE 17 MAGGIO: SINTESI DELLE MISURE IN VIGORE A SAN GIULIANO FINO AL 31 MAGGIO 2020

- Obbligo per i soggetti con temperatura maggiore di 37.5° ed infezione respiratoria di rimanere presso il proprio domicilio
- Divieto di assembramento e obbligatoria la distanza interpersonale di almeno un metro
- Obbligo di utilizzo della mascherina (o di qualsiasi altro indumento a copertura di naso e bocca), ad eccezione di bambini sotto i sei anni, soggetti con forme di disabilità o persone che svolgono attività fisica/motoria
- Consentito lo svolgimento di attività fisica e motoria, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri per la prima e un metro per la seconda
- Sospensione di eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina. Le attività sportive svolte individualmente all’aria aperta sono essere consentite anche nell’ambito di impianti sportivi, centri e siti sportivi, qualora siano ivi praticabili, compreso lo svolgimento di lezioni individuali o per piccoli gruppi fino a un massimo di quattro persone esclusi gli istruttori
- Chiuse piscine e palestre
- Sospese attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo. Obbligatoria lo spegnimento di monitor e televisori di giochi che prevedono puntante accompagnate dalla visione dell'evento
- Consentito l'accesso ai luoghi di culto con misure tali da evitare assembramenti
- Riapertura dei luoghi della cultura garantendo modalità di fruizione contingentata
- Sospensione dei servizi educativi per l'infanzia e delle attività didattiche
- Sospensione di attività di centri benessere, centri termali, centri culturali e centri sociali
- Consentita attività di allenamento e addestramento di cani, cavalli ed altre specie in zone attrezzate ed in forma individuale da parte dei proprietari

RIPARTENZE DELLE ATTIVITÀ:
- Consentita attività di toelettatura degli animali di compagni, purchè il servizio venga svolto per appuntamento
- Fortemente raccomandata la rilevazione della temperatura della clientela. La rilevazione è obbligatoria in caso di accesso ad attività di ristorazione (ristoranti, bar, pub, pasticcerie, gelaterie,..) con consumazione sul posto. In caso di temperatura superiore a 37.5°, non sarà consentito l'accesso

RISTORAZIONE (ristoranti, bar, pub, gelaterie, pizzerie, mense, self-service, pasticcerie, gelaterie, catering):
- predisposizione di adeguate informazione su misure di prevenzione
- obbligo di rilevazione della temperatura corporea dei clienti che consumano sul posto
- necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti in più punti del locale
- privilegiare accesso tramite prenotazione; mantenere l'elenco dei soggetti che hanno prenotato per 14 giorni
- distanza di almeno un metro tra clienti
- disposizione dei tavoli tale da garantire la distanza tra clienti di almeno un metro (ad eccezione di bambini sotto i 6 anni e di persone non autosufficienti)
- consumazione al buffet non consentita
- obbligo per il personale a contatto coi clienti di indossare mascherina
- escludere funzione di ricircolo dell'aria per gli impianti di condizionamento
- obbligo per i clienti di indossare la mascherina quando non seduti al tavolo

PARRUCCHIERI ED ESTETISTI:
- predisposizione di adeguate informazione su misure di prevenzione
- accesso solo tramite prenotazione; mantenere elenco delle presenze per 14 giorni
- fortemente raccomandata la rilevazione della temperatura corporea dei clienti
- distanziamento di almeno un metro tra i clienti e le postazioni di lavoro
- necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti in più punti del locale
- eliminare disponibilità di riviste
- obbligo per l'operatore ed il cliente di indossare mascherina; per i servizi di estetica a distanza ravvicinata, obbligo per l'operatore di indossare visiera protettiva e mascherina ffp2 senza valvola
- escludere funzione di ricircolo dell'aria per gli impianti di condizionamento

COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA E AGENZIA VIAGGI:
- predisposizione di adeguate informazione su misure di prevenzione
- fortemente raccomandata la rilevazione della temperatura corporea dei clienti
- distanziamento di almeno un metro tra i clienti
- necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti in più punti del locale
- per vendita abbigliamento, mettere a disposizione guanti monouso per la clientela
- obbligo per lavoratori e clienti di indossare mascherina
- escludere funzione di ricircolo dell'aria per gli impianti di condizionamento

MERCATI
- Le misure che consentono la ripartenza di mercati per la parte non alimentare verranno comunicate dopo la seduta del COC (Centro Operativo Comunale) del 19 maggio 2020

...................

ORDINANZA N.547 DI REGIONE LOMBARDIA - 17 maggio

Il Presidente di Regione Lombardia ha firmato l’Ordinanza n. 547, che integra le misure approvate dal DPCM del 17 maggio 2020. Le disposizioni riportate nell’Ordinanza di Regione Lombardia hanno validità fino al 31 maggio 2020.

...................

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - 17 maggio

E' stato pubblicato il DPCM recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 che recepisce le linee guida regionali. Le disposizioni del presente decreto si applicano dal 18 maggio in sostituzione di quelle del DPCM del 26 aprile 2020 e sono efficaci fino al 14 giugno 2020. Il governo, d’intesa con le Regioni, ha fissato una delega però alle Regioni e alle province autonome che possono stabilire una diversa data in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori.

Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale, per la popolazione generale il Dpcm dà il via libera a quelle fatte in casa. Indossare una mascherina è obbligatorio nei luoghi pubblici chiusi e sui mezzi di trasporto, salvo diverse indicazioni - più restrittive - stabilite dagli enti locali.

Ecco una mini guida delle principali attività che si potranno fare dal 18 maggio 2020, dagli spostamenti alle attività commerciali riaperte:

- SPOSTAMENTI NELLA STESSA REGIONE, a partire dal 18 maggio, gli spostamenti delle persone all’interno del territorio della stessa regione non saranno soggetti ad alcuna limitazione e niente autocertificazione. Lo Stato o le Regioni potranno adottare o reiterare misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale relativamente a specifiche aree interessate da un particolare aggravamento della situazione epidemiologica

SPOSTAMENTI TRA REGIONI VIETATI FINO AL 2 GIUGNO con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute, muniti di autocertificazione; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

DAL 3 GIUGNO, GLI SPOSTAMENTI INTERREGIONALI possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del dl n.19/20, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree.

- SPOSTAMENTI CON L'UE non consentiti fino al 2 giugno, poi aperti con le stesse indicazioni di quelli interregionali.

SEMPRE VIETATI GLI ASSEMBRAMENTI di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico si svolgono, ove ritenuto possibile sulla base dell'andamento dei dati epidemiologici.

RISTORAZIONE, BAR, PUB, PASTICCERIE E GELATERIE possono riaprire con una serie di regole, tra le quali, un'adeguata informazione; no temperatura sopra 37,5; prodotti igienizzanti per clienti e personale; privilegiare l'accesso tramite prenotazione per chi ha i tavoli mentre per gli altri locali consentire l'ingresso ad un numero limitato di clienti per volta; privilegiare l'utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro. Tutti i tavoli devono essere disposti in modo che le sedute garantiscano il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. La consumazione al banco è consentita solo se può essere assicurata la distanza interpersonale di almeno 1 metro, mentre è vietato il buffet. Il personale di servizio a contatto con i clienti deve utilizzare la mascherina.

STABILIMENTI BALNEARI E SPIAGGE, adeguata informazione, prodotti igienizzanti, prenotazioni, no temperatura sopra i 37,5 gradi. Favorire modalità di pagamento elettroniche. Riorganizzazione degli spazi per evitare assembramenti (distanza sempre di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, distanziamento tra gli ombrelloni di almeno 10 metri quadri. Tra lettini, sedie a sdraio, quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri. Regolare e frequente pulizia e disinfezione. No a sport di gruppo

SERVIZI ALLA PERSONA (PARRUCCHIERI ED ESTETISTI), d’ora in poi potranno rimanere aperti tutta la settimana, anche la domenica. Si potrà andare soltanto su appuntamento e bisognerà mantenere la distanza di almeno un metro tra i clienti. I locali dovranno essere sanificati e dovranno avere i dispenser per il disinfettante per le mani. Il personale dovrà indossare guanti e mascherina. Prima del trattamento dal parrucchiere è obbligatorio il lavaggio dei capelli. 

- COMMERCIO AL DETTAGLIO E CENTRI COMMERCIALI, nei negozi di abbigliamento dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia la merce. I clienti devono sempre indossare la mascherina, cosi come i lavoratori in tutte le occasioni di interazione con i clienti. Per il distanziamento sociale e ingombro locali sono valide le regole già indicate per le altre attività. Nei supermercati e centri commerciali, potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l'accesso in caso di temperatura superiore a 37.5 gradi.

- BIBLIOTECHE, sempre che garantiscano modalità di fruizione contingentate o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che gli utenti possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro

 PALESTRE E PISCINE, dal 25 maggio gli ambienti e gli attrezzi dovranno essere sanificati dopo essere stati utilizzati da ogni cliente, così come i luoghi comuni, spogliatoi e sale di attesa. Ci dovranno essere almeno due metri di distanza tra chi sta svolgendo gli esercizi e tra atleti e personal trainer. La raccomandazione è di arrivare in palestra già cambiati e se possibile andare via senza utilizzare le docce.

- TEATRI E CINEMA,  dal 15 giugno gli ingressi in entrambi i casi dovranno essere scaglionati e i posti dovranno essere preassegnati con la prenotazione online e il pagamento elettronico. In platea si dovrà rispettare il distanziamento e dunque ci si potrà sedere a poltrone alternate, anche lasciandone libere due se non si riesce a garantire la giusta misura di un metro e comunque non tutte le file saranno occupate Il pubblico non potrà stare in piedi. Stessa regola per gli spettacoli all’aperto. Il personale dovrà sempre indossare mascherina e guanti.

- SOSPESE LE ATTIVITA' DI SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E BINGO, DISCOTECHE E LOCALI ASSIMILATI

- SOSPESE LE ATTIVITA' DI CENTRI BENESSERE, TERMALI, CENTRI CULTURALI E SOCIALI

LE FUNZIONI RELIGIOSE con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni contenenti le misure idonee a prevenire il rischio di contagio

.........................

DECRETO LEGGE N.33 DEL 16 MAGGIO 2020 

E' stato pubblicato il Decreto Legge n. 33 del 16 maggio 2020, contenente ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la riapertura delle attività produttive, commerciali, sociali prevista a partire da lunedì 18 maggio.
Il decreto delinea il quadro normativo nazionale all’interno del quale, con appositi decreti od ordinanze, potranno essere disciplinati gli spostamenti delle persone fisiche e le modalità di svolgimento delle attività (bar, ristoranti, alberghi, stabilimenti balneari, parrucchieri ed estetisti, commercio al dettaglio, musei, biblioteche, ecc.)
Pubblichiamo le linee guida proposte dalle Regioni che il Governo si è impegnato a recepire nel testo del DPCM.
 
........................

FASE 2 - DOMANDE FREQUENTI SULLE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO  

On line le FAQ relative alle misure in vigore 
....................

NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE - 18 maggio

Il Ministero dell'Interno ha reso disponibile un nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti tra regioni dal 18 maggio 2020, precisando che comunque può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le indicazioni non più attuali a seguito dell'entrata in vigore del DPCM 17 maggio 2020. Come sempre, l'autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

---------------

 

LE MISURE FISCALI DEL DECRETO "CURA ITALIA" - 26 marzo

L'Agenzia delle Entrate illustra le misure fiscali contenute nel decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020, che ha previsto interventi a sostegno di famiglie e imprese.

-------------------

DECRETO "CURA ITALIA" - CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL'INTERNO SULLE PROROGHE RIGUARDANTI IL CODICE DELLA STRADA - 24 marzo

Il Ministero dell’Interno, con un'apposita circolare ha riepilogato le proroghe previste dal decreto legge "Cura Italia" di pertinenza del Codice della Strada, tra cui lo sconto del 30% applicato alle multe stradali pagate entro 30 giorni ( contro i consueti 5)

.....................

Tutte le info per chi rientra dall'Estero

Se riscontri sintomi influenzali e respiratori NON andare in ospedale, ma chiama il numero unico di emergenza in Lombardia 112.

Per informazioni: 800 894545 numero verde regionale - 1500  numero nazionale

...................

ARCHIVIO DISPOSIZIONI ANTI COVID-19

- ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA N.555 - 29 maggio

- ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA N.547 - 17 maggio

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - 17 maggio

DECRETO LEGGE N.33 DEL 16 MAGGIO 2020 

CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL'INTERNO ALLE PREFETTURE - 2 maggio

- DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - 26 aprile 2020

ORDINANZA REGIONE LOMBARDIA N. 528 - 11 aprile

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - 10 aprile

ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA N.521 - 4 aprile

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - 1 aprile

CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL'INTERNO - 31 marzo

ORDINANZA DIPARTIMENTO PROTEZIONE CIVILE N. 658 - 29 marzo 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - 28 marzo 

ORDINANZA CONGIUNTA MINISTERO DELLA SALUTE/TRASPORTI - 28 MARZO

DECRETO LEGGE N.19 - 25 MARZO 2020 

DECRETO "CURA ITALIA" - Nota del Ministero dell’Interno sulle proroghe di interesse del Codice della Strada - 24 MARZO

CIRCOLARE MINISTERO DELL'INTERNO ESPLICATIVA DEL DPCM 22 MARZO 2020 

ORDINANZA REGIONALE N. 515 - 22 MARZO - (Integrazioni e modifiche dell'Ordinanza n.514) 

TESTO INTEGRALE DEL DPCM 22 MARZO (fino al 3 aprile 2020) (Allegato 1)

ORDINANZA CONGIUNTA MINISTERO DELLA SALUTE E INTERNO - 22 MARZO 2020

ORDINANZA REGIONALE N.514 - 21 MARZO 2020 (Allegato 1 - Allegato 2)

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE: URGENTI MISURE DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA COVID-19  - G.U. n.73 del 20 MARZO 2020

-  TESTO INTEGRALE DECRETO LEGGE "CURA-ITALIA" - 17 MARZO 2020 N.18 (SINTESI MISURE CONTENUTE NEL DECRETO LEGGE N. 18/2020) - (FOCUS: LE MISURE FISCALI)

ORDINANZA REGIONALE RIMODULAZIONE SERVIZI DI TRASPORTO (dal 14 al 25 marzo 2020) - 13 MARZO 2020

TESTO INTEGRALE DECRETO 11 MARZO (fino al 25 marzo 2020)

TESTO INTEGRALE DECRETO 9 MARZO (fino al 3 aprile 2020)

TESTO INTEGRALE DECRETO 8 MARZO (fino al 3 aprile 2020)

RACCOLTA DEGLI ATTI RECANTI MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA DA COVID-19

 TESTO INTEGRALE DECRETO 4 MARZO

CORONAVIRUS E CIRCOLAZIONE: TUTTI I PROVVEDIMENTI TRENORD - 13 MARZO 2020

ORDINANZA MINISTERO-REGIONE DEL 23/2 IN VIGORE PER LA LOMBARDIA (ad eccezione "zona rossa")

FAQ SULL'APPLICAZIONE DELL'ORDINANZA MINISTERO-REGIONE  - 23 FEBBRAIO

ORDINANZA COMUNI LODIGIANO 21 FEBBRAIO

 

 ARCHIVIO VADEMECUM E FAQ

- FASE 2: DOMANDE FREQUENTI SULLE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO

PUBBLICI ESERCIZI E ATTIVITÀ COMMERCIALI - FAQ

-  COVID-19: DOMANDE FREQUENTI SULLE MISURE PER LE PERSONE CON DISABILITA'

CIRCOLARE MINISTERO DELL'INTERNO - 14 MARZO 2020 (precisazioni sulla chiusura delle medie e grandi distribuzioni di vendita, nonchè degli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali e i mercati) 

CIRCOLARE MINISTERO DELL'INTERNO - 12 MARZO 2020 ( tra cui chiarimenti per apertura attività e spostamenti all'interno di uno stesso comune)

VADEMECUM VIMINALE "POSSO MUOVERMI?" 

VADEMECUM GOVERNO "DOMANDE FREQUENTI DPCM "  (in continuo aggiornamento)

CORONAVIRUS: FAQ DISPOSIZIONI IN VIGORE (in continuo aggiornamento)

FAQ - Aspetti sanitari - 4 FEBBRAIO 2020

 

 

Data di pubblicazione: 

Domenica 23 Febbraio 2020

Data evento: 

Lunedì 24 Febbraio 2020

Tipo evento: