L'altra scuola

Finalità
Il progetto intende favorire la conciliazione tra i tempi di lavoro ed i tempi di vita famigliare in relazione ai “vincoli” imposti dal calendario scolastico rispetto ai periodi di sospensione dell'attività didattica curricolare; intende inoltre incentivare l'attivazione di servizi ed iniziative ricreative, educative e sociali per il tempo libero.

Linee d’azione del piano territoriale degli orari
Sostegno alla genitorialità
Accessibilità ai servizi

Criticità rilevata: l'analisi del contesto socio-demografico evidenzia, oltre al trend costante di crescita demografica con aumento del numero delle famiglie con figli minori,  l'aumento dei capi famiglia donne, la presenza di famiglie monoparentali con capifamiglia donne e la presenza di famiglie bi-personali composte in prevalenza da genitore divorziato (madre) con figlio/a. Le ricerche hanno confermato come il problema dell'accessibilità della città e dei suoi servizi sia spesso un problema a carico in particolar modo delle donne sulle quali si concentra il complesso meccanismo di raccordo tra i tempi del nucleo familiare (di cura, di lavoro domestico, di servizio) ed i tempi delle istituzioni sociali.

Proposta: ampliare, attraverso accordi programmatici con le Istituzioni scolastiche e percorsi di co-progettazione con le diverse Associazioni ed Agenzie educative territoriali, i servizi integrativi per i bambini/e ragazzi/e iscritti alle scuole d'infanzia e primarie del territorio nei periodi di chiusura delle stesse all'interno del calendario scolastico annuale.

Beneficiari
Le famiglie ed in particolare le donne che lavorano, i bambini e le bambine